stampa
Dimensione testo

Bilancio Provincia, sì con emendamenti

Nel vuoto l’appello del Pdl a non attaccare Giuseppe Castiglione. Cannavo': "Abbiamo inserito 100 mila euro in più per l'agricoltura e 850 mila euro per artigiani e giovani professionisti"
Catania, Archivio

CATANIA. Bilancio presente, polemiche passate. Il Consiglio provinciale ieri ha approvato con 34 "sì" su 37 presenti il Preventivo 2012, ma riveduto e corretto da un robusto maxiemendamento.

E, malgrado l'appello del capogruppo pidielle Gianluca Cannavò a evitare frecciate all'indirizzo dell'ormai ex presidente - e suo collega di partito - Giuseppe Castiglione, le bordate non sono mancate: "Con i molti e significativi correttivi alla proposta che ci era stata presentata dalla vecchia amministrazione, abbiamo voluto dare un deciso segnale di discontinuità con quell'esperienza", ha commentato Mimmo Galvagno.

L'esponente autonomista ha proseguito: "Questo è il Bilancio del Consiglio, mentre Castiglione se n'è scappato per non approvarlo. Abbiamo, tra l'altro, inserito 100 mila euro in più per l'agricoltura e 850 mila per artigiani e giovani professionisti".

Il presidente dell'Aula, Giovanni Leonardi, ha evidenziato "il gran lavoro svolto con i revisori dei conti e il commissario Antonella Liotta (ieri in Consiglio, ndr) che ha, peraltro, ritirato la delibera con cui la passata Giunta aveva preso atto dello sforamento del patto di stabilità".

"Adesso, nel presupposto che si resti all'interno del patto - ha spiegato Leonardi - abbiamo aumentato i fondi per strade e scuole, destinandovi 2 milioni di euro in più, e di 700 mila euro s'incrementa la disponibilità per la Pubbliservizi che consentirà di pagare gli stipendi in dicembre. Inoltre, un milione 839 mila euro sono stati destinati a estinguere anticipatamente due mutui. Infine, 700 mila euro come da accordi con le organizzazioni sindacali vanno ai dipendenti dell'ente con il fondo per l'efficientamento dei servizi e un milione 100 mila al liceo Bellini".

Con il Bilancio 2012, votato pure il Pluriennale: "E per il 2013 abbiamo reinserito la sottoscrizione del finanziamento Bei che servirà a edilizia scolastica e manutenzione stradale", ha esclamato Nunzio Parrinello, rappresentante di quel "gruppo Leanza" che è fuoriuscito da Mpa ma non ancora confluito nell'Udc. La maratona, comunque, non è ancora finita. Lo ha detto il commissario straordinario, lo ribadisce il presidente Leonardi che vede allontanarsi le "spade di Damocle" di cui aveva recentemente parlato: "Questo è il primo passo di un'attività, che martedì ci porterà a esaminare la delibera di riequilibrio di bilancio, mentre entro la prima decade di dicembre sarà votato il piano di rateizzazione del debito. Grazie al lavoro degli uffici, del commissario, contiamo di arrivarci con l'assenso di tutti i creditori".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X