stampa
Dimensione testo

Mineo, ospiti del centro di accoglienza protestano e bloccano la Catania-Gela

L'iniziativa rientra nell'ambito delle proteste attuate da migranti del Cara di Mineo, per presunti ritardi nella concessione dello status di rifugiato politico o del permesso di soggiorno

CATANIA. Un centinaio di etiopi, ospiti del Centro di accoglienza richiedenti asilo (Cara) di Mineo, sta 'marciandò verso Catania percorrendo la strada statale 417, che collega il capoluogo etneo e Gela, che è chiusa al traffico nelle due direzioni di marcia. L'iniziativa rientra nell'ambito delle proteste attuate da migranti del Cara di Mineo, per presunti ritardi nella concessione dello status di rifugiato politico o del permesso di soggiorno.    Nella struttura, secondo fonti sindacali della polizia, ci sarebbero poco meno di 3.000 persone, di diverse nazionalità e etnie, a volte rivali, a fronte di una capienza prevista di circa 1.700-1.800 migranti. Nei giorni scorsi si sono registrati scontri con le forze dell'ordine, e dieci investigatori sono rimasti feriti.    Oggi la nuova protesta, alla quale avevano aderito inizialmente diverse centinaia di extracomunitari. Attualmente il 'corteò è arrivato in territorio di Palagonia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X