Chiuse due case di riposo per anziani a Fiumefreddo, sono risultate abusive

Catania, Archivio

FIUMEFREDDO. Due residenze per anziani sono state ispezionate e sequestrate ieri a Fiumefreddo dal Nucleo mobile della Compagnia Guardia di finanza di Riposto, in quanto sono risultate abusive. Alla verifica hanno partecipato gli ispettori dell'Asp del Distretto di Giarre e la Polizia locale.
Erano circa una decina i finanzieri che hanno preso parte al dublice blitz, visitando contemporaneamente a mezzogiorno le due strutture. Gli accertamenti sono proseguiti per tutta la giornata, fino a tarda serata. Un ospizio si trovava al primo piano di un palazzo di corso Vincenzo Bellini e non recava alcuna targa o insegna per indicarne la presenza; il secondo, invece, era in via Vittorio Emanuele III ed è risultato di prossima apertura sotto il nome "La casa dei nonni". Entrambe le strutture erano sprovviste delle autorizzazioni sanitarie e comunali, dei requisiti minimi di sicurezza in caso di incendio e di cucine che rientrassero nei parametri previsti dalla legge.
I due titolari, entrambi di Fiumefreddo, sono stati denunciati mentre i sedici anziani, risultati in buone condizioni igienico sanitarie, sono stati trasferiti dai propri familiari o in altre strutture a norma.
I militari delle Fiamme gialle hanno accertato, inoltre, che in nessuna delle due strutture vi fosse impiegato un professionista sanitario in grado di fornire assistenze e cure adeguati agli ospiti, soprattutto ai disabili.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X