Liceo Bellini di Catania, Unicobas fa causa all’istituto

CATANIA. Riprende quota, grazie a Unicobas Scuola, la vertenza dei custodi, già dipendenti della Pubbliservizi Srl, dell'istituto musicale "Vincenzo Bellini". "Non possiamo non ribadire - dice Pippo Barbagallo - come i lavoratori siamo stati vittime di violazioni delle procedure, che hanno modificato l'orario di lavoro e causato disservizio nel liceo. Siamo passati da 40 ore a 18, cioè, da un salario superiore a mille euro a 500". Aggiunge Franco Tomasello, segretario regionale Unicobas: "Malgrado le ispezioni dell'Ufficio del Lavoro e i tavoli di contrattazioni, dopo un anno dall'ultima riunione in Prefettura e malgrado sia in corso un'indagine da parte della magistratura, è calato il silenzio. Unicobas ha chiesto più volte al presidente del Cda del liceo un incontro, ma restiamo in attesa". L’Unicobas, attraverso l'avvocato Biagio Longhitano ha intrapreso un’azione legale che contro il dimensionamento contrattuale e per la reintegrazione dei custodi nella Pubbliservizi, com'è accaduto per quelli della Multiservizi. La replica dalla direzione dell'Istituto: "Ci penseranno i nostri legali".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X