Piano giovani, anche nel Catanese scatta la corsa ai tirocini aziendali

Catania, Archivio

CATANIA. Da venerdì prossimo la Regione mette in palio altri 800 posti per i tirocini. «Gli aspiranti tirocinanti e le aziende – spiega Adina Celona, responsabile provinciale Felsa Cisl – potranno inviare richieste di adesione al Piano Giovani a partire da venerdì 1 agosto. Nel frattempo però i tirocinanti possono continuare a registrarsi e aspettare per potere aderire alle opportunità di tirocinio».
È Garanzia Giovani è un progetto nazionale partito ufficialmente il primo maggio 2014. Dall’ultimo report del 24 luglio 2014, emerge che si sono registrati a Garanzia Giovani 138.083 giovani. La Sicilia ha ricevuto 23.875 adesioni interne (adesioni provenienti da giovani residenti in Sicilia) e 885 adesioni esterne (adesioni provenienti da giovani non residenti in Sicilia) per un totale di 24.760 adesioni.
«Abbiamo riscontrato gran confusione tra i giovani su ”Garanzia Giovani” e ”Piano Giovani Sicilia” – dice ancora Adina Celona - per cui, visto il grande interesse e la poca conoscenza di questi due strumenti, la Cisl, la Felsa Cisl e l’Associazione Giovani Cisl etnea in questi mesi hanno messo in atto una campagna informativa nelle piazze della città e della provincia etnea e attivato sportelli nelle nostre sedi del territorio».
Il governo regionale ha cercato di ampliare la platea dei beneficiari della Garanzia Giovani con il Piano Giovani, al quale ha destinato 19.250.000 euro per percorsi di tirocinio per giovani disoccupati o inoccupati, diplomati o in possesso di qualifica professionale.
Realizzato in collaborazione con Italia Lavoro, il piano prevede percorsi di tirocinio dalla durata di 6 mesi (12 mesi per i laureati durante il tirocinio obbligatorio per l’iscrizione all’albo professionale) e una borsa di 500 euro mensili lordi per ciascun giovane.
Il primo stand informativo della Cisl è stato realizzato il 25 giugno a Catania (in via Landolina, lo sportello è aperto ogni giovedì dalle 16 alle 18.30); il secondo ad Acireale il 18 luglio (lo sportello informativo è aperto ogni lunedì dalle 16,30 alle 19,30, in piazza Alfio Grassi); il terzo stand è stato allestito a Giarre il 21 luglio, l’ultimo stand sarà ad Adrano, in piazza Umberto, dalle 17 alle 19,30 di domani (lo sportello è aperto ogni mercoledì in via Roma 12, dalle 10 alle 13), dove domani sarà presente il segretario generale catanese Rosaria Rotolo.
Ai soggetti ospitanti il tirocinio per l’attività di tutoraggio è riconosciuto un contributo di 250 euro al mese per ogni tirocinante. In caso di assunzione del tirocinante, il contributo è di 6 mila euro per ogni giovane assunto con contratto a tempo indeterminato a tempo pieno (7.000 in caso di lavoratore: disabile, soggetto richiedente asilo, soggetto titolare di protezione internazionale e umanitaria, o soggetto in percorso di protezione sociale); 4 mila euro per ogni giovane assunto con contratto a tempo indeterminato part-time (4.600 in caso di lavoratore: disabile, soggetto richiedente asilo, soggetto titolare di protezione internazionale e umanitaria, o soggetto in percorso di protezione sociale); 3 mila euro euro per ogni giovane assunto con contratto a tempo determinato della durata di almeno 24 mesi (3.600 in caso di lavoratore: disabile, soggetto richiedente asilo, soggetto titolare di protezione internazionale e umanitaria, o soggetto in percorso di protezione sociale); 4.700 euro per ogni giovane assunto con contratto di apprendistato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X