BLITZ NEL CATANESE

Biancavilla, scoperto arsenale di armi: tre arresti

Sequestrati fucili mitragliatori ed un Kalashnikov

CATANIA. Tre persone sono state arrestate da agenti della squadra mobile di Catania e del commissariato di polizia di Adrano, che hanno sequestrato un arsenale con fucili mitragliatori ed un Kalashnikov.

Gli arresti sono arrivati a conclusione di due distinte operazioni di controllo della polizia di Stato a Biancavilla, e non sono tra loro collegati. Indagini sono in corso sulla destinazione e l'uso delle armi.

Nell'abitazione di Alfio Cardillo, di 69 anni, la squadra mobile di Catania e agenti del commissariato di Adrano, oltre a dei passamontagna, hanno trovato: un 1 fucile mitragliatore marca AK47 calibro 7.62x39 e 30 cartucce; un mitragliatore Sten calibro 9x19 con 23 cartucce; una mitraglietta Skorpion calibro 7.65x17.5 con 18 cartucce; e una pistola semiautomatica calibro 9 corto, con 7 cartucce blindata. Mentre era in corso la perquisizione sul posto è arrivato il figlio di Alfio Cardillo, Vincenzo, di 38 anni, che è stato trovato in possesso di una pistola semiautomatica Kel Tec, calibro 9x17, con un colpo in canna e sei cartucce nel caricatore.

Durante un'altra operazione di controllo, non collegata alla precedente perquisizione, a casa di Gaetano Musumeci, di 27 anni, la polizia ha sequestrato una pistola semiautomatica Beretta calibro 7.65 Browning, con matricola abrasa e colpo in canna, munita di relativo caricatore e sette cartucce. Dopo la contestazione dei reati, i tre sono stati condotti nel carcere di Catania.

Un altro blitz era stato messo a segno nelle scorse settimane per ricettazione, contraffazione, alterazione o uso di marchi o segni distintivi nell'Agrigentino. Più in dettaglio, a Realmonte, nei pressi della Scala dei turchi, un senegalese di 44 anni S.A.K. è stato sorpreso con tredici paia si scarpe griffate in vendita su una bancarella, senza essere in grado di dimostrarne la provenienza.

Il materiale è stato posto sotto sequestro. Nello stesso contesto, il personale della Capitaneria di Porto Empedocle ha multato anche un altro venditore, W.M., 22enne, pure senegalese, residente ad Agrigento, procedendo successivamente anche al sequestro di due tavoli in plastica utilizzati per il commercio abusivo di bevande da parte di un ignoto venditore. A Comitini, i Carabinieri della locale Stazione hanno segnalato per detenzione abusiva di armi bianche di genere vietato C.C., 38enne, ravanusano a cui, in macchina, sono stati trovati due coltelli senza giustificato motivo.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X