stampa
Dimensione testo
COMUNE

Assenteismo, rinviati a giudizio 18 dipendenti di Acireale: 11 licenziati

CATANIA. La Procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio per 18 dipendenti del Comune di Acireale indagati per assenteismo. I reati ipotizzati sono truffa e falso.  Il provvedimento è stato firmato dal procuratore aggiunto Michelangelo Patanè e dai sostituti Pasquale Pacifico e Marco Bisogni. Quindici dei 18 imputati sono stati licenziati dal Comune il 9 giugno scorso. Secondo l'accusa, i dipendenti risultavano al lavoro, nonostante fossero assenti, grazie alla complicità tra colleghi che 'strisciavanò per loro il badge personale.

Il 12 febbraio scorso agenti del commissariato della polizia di Stato hanno notificato agli indagati un provvedimento cautelare emesso dal Gip Giovanni Cariolo: tre di loro sono stati posti agli arresti domiciliari, successivamente revocati, e 12 all'obbligo di firma. Per gli altri tre indagati il Gip aveva invece rigettato la richiesta di un provvedimento cautelare. Nell'inchiesta il Comune di Acireale si è costituito come parte lesa, assistito dall'avvocato Enzo Mellia. Le indagini erano state avviate dal commissariato della polizia di Stato di Acireale dopo una segnalazione anonima. La segreteria del Gup non ha ancora fissato la data dell'udienza preliminare

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X