stampa
Dimensione testo
DISAGIO

Lezioni al gelo, protestano gli studenti del liceo Turrisi Colonna di Catania

Nelle aule ci sono sette gradi perché i riscaldamenti non funzionano, ma le lezioni non sono state sospese causando le proteste degli studenti. Per cui chi non va a scuola è assente ingiustificato. È uno dei tanti aspetti della crisi per 'freddo' nelle scuole siciliane registrato al liceo Turrisi Colonna di Catania, e dove è in atto uno scontro tra vertici dell'istituto e genitori.

La dirigente scolastica ha annunciato che "le lezioni si svolgeranno anche in assenza in aula" degli studenti e "non daranno la possibilità di recuperare valutazioni sia scritte che orali" e che "i viaggi d'istruzione saranno sospesi per chi è in autogestione", che è in corso nel cortile dell'istituto.

Alcuni genitori, con una pec, hanno contestato la decisione perché "i nostri figli sono all'addiaccio" e non vogliono essere "partecipi solo delle punizioni arbitrarie e scorrette della dirigenza della scuola".

La preside, Anna Maria Di Falco giudica la protesta "strumentale" e contesta il metodo da "mail non certificata" su cui valuterà l'intervento della polizia postale. "C'è stato un piccolo problema con la caldaia - spiega la dirigente - e io stessa sono stata a fianco degli studenti e dei genitori, in un contatto continuo, per vedere insieme come intervenire. I tecnici, da me sollecitati, sono intervenuti tempestivamente e hanno sistemato la caldaia e aumentato anche l'ora di utilizzo e quindi tutto è andato a posto. Poi - sottolinea la dirigente - ci sono state delle contestazioni che hanno coinvolto altre scuole di Catania e anche i nostri studenti sono entrati in autogestione. Ma tutto è risolto - ribadisce Anna Maria Di Falco - e lo dimostra anche la chat attiva con i genitori con i quali mi confronto continuamente. Per questo trovo la mail offensiva nei miei confronti e di tutta la scuola. Invito gli autori della mail - aggiunge - a uscire allo scoperto e ad incontrarci con i rappresentanti degli studenti e il consiglio d'istituto che è presieduto da un genitore, senza la presenza di professori. Pretendiamo chiarezza perché con l'onorabilità delle persone che lavorano seriamente per le istituzione non è permesso scherzare".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X