CATANIA

Armi, droga e mafia: a Paternò indagini sul video di un cantante neomelodico

È al vaglio dei carabinieri di Paternò (Catania) il video di un cantante neomelodico postato sul web e divenuto virale in questi giorni «Guaione e quartieri», realizzato da Leonardo Zappalà in arte Scarface, autore già salito agli onori della cronaca per gli insulti al giudice Falcone, poi ritrattati.

I militari della compagnia del paese lo hanno acquisito e stanno valutando se con questo video, moralmente discutibile, siano stati violati articoli del codice penale. Il video racconta la storia di piccoli criminali che vivono di droga, all’interno di una scuola vandalizzata, la Don Milani di Paternò, mentre si puntano pistole uno contro l’altro, per poi abbracciarsi e infine stabilire un patto di sangue con tanto di immagine sacra data alle fiamme, rito che vale l’affiliazione in Cosa nostra.

Il video è stato postato il 24 giugno su un canale di Youtube - nei giorni scorsi ha raggiunto migliaia di visualizzazioni - all’indomani della polemica scatenata nel corso della trasmissione «realiti», proprio quando Zappalà fece delle esternazioni contro il giudice Falcone. (AGI)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X