stampa
Dimensione testo
MALTRATTAMENTI

Acireale, sequestra e picchia l’ex fidanzata: arrestato

di

Sequestrata in casa, picchiata e minacciata di morte in presenza del figlio minore: è quanto accaduto ad Acireale ad una 25enne dominicana che, in un momento di distrazione dell'uomo, ha allertato la madre che, a sua volta, ha immediatamente telefonato ai carabinieri per chiedere aiuto.

I militari, giunti nell'abitazione, hanno trovato l'uomo in compagnia del padre e hanno trovato la casa a soqquadro. I carabinieri hanno dovuto prima qualificarsi per convincere il giovane ad aprire la porta della stanza dove segregava la donna e, quindi, hanno trovato sangue sul pavimento e su un cuscino. La 25enne aveva il volto tumefatto, sanguinante e stava zitta. La giovane è stata immediatamente trasportata al nosocomio acese, dove le veniva refertata una prognosi di addirittura 30 giorni per “frattura ossa nasali, contusione periorbitaria sx e dx, rottura incisivo dx, contusione labiale con ematoma, contusione ed escoriazione braccio dx e sx”.

La donna ha poi raccontato ai militari il suo calvario iniziato nel 2017 quando aveva iniziato la relazione sentimentale con l'uomo, rapporto durato sette mesi circa ed interrotto a causa dell’ossessiva gelosia. Era arrivato a tagliare le gomme dell’autovettura della madre della 25enne dopo la sua decisione di troncare la loro relazione e poi, la relativa denuncia dei fatti, aveva fatto scaturire un provvedimento di divieto di avvicinamento alla donna.

Il padre del giovane, consapevole del comportamento del figlio, era intervenuto chiedendole ed ottenendo di ritirare la querela in cambio dell’intervento nei confronti del proprio congiunto. La ragazza ha anche raccontato che nello scorso mese d’agosto l’ex fidanzato l’aveva convinta a salire in auto e lei però, dopo avergli ribadito la sua intenzione di non riallacciare la loro relazione, è stata presa a pugni negli occhi.

L’uomo, arrestato dai carabinieri della Stazione di Acireale per i reati di sequestro di persona e lesioni personali aggravate, è stato condotto nel carcere catanese di Piazza Lanza.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X