stampa
Dimensione testo
CARABINIERI

Sparatoria a Biancavilla, nasconde l'arma e partecipa alla rissa: arrestato 20enne

di
biancavilla, carabinieri, Catania, Cronaca
Vito Marino

Il 20enne Vito Marino è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Paternò su ordine della procura.

Le indagini sono iniziate dopo la sparatoria avvenuta a Biancavilla nel settembre del 2018 in via dell’Uva. I carabinieri fermarono Riccardo Pelleriti, 24enne, che, al culmine di una lite, aveva sparato contro Davide Massaro Galati.

La lite tra i due era iniziata ad Adrano, a causa di un incidente avvenuto tra uno scooter e un’auto. Il conducente dell’auto, Pelleriti, era stato inseguito da un gruppo di adraniti, fino alla propria abitazione, nella zona di via dell’Uva di Biancavilla ed era nata una rissa sfociata poi nella sparatoria.

Il mese successivo, i carabinieri avevano individuato 5 soggetti partecipanti alla rissa e, nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio, avevano trovato, nascosto in un terreno abbandonato adiacente alla palazzina di Via dell’Uva 40 di Biancavilla, un fucile d’assalto “Kalashnikov” modello AK47, con colpo in canna, completo di caricatore con all’interno  6 cartucce calibro 7,62, nonché ulteriori 5 cartucce dello stesso calibro, classificati come arma e munizionamento da “guerra” di provenienza clandestina. Gli esami balistici condotti dal Ris di Messina avevano confermato che l’arma da guerra utilizzata durante l’aggressione era proprio quella trovata dai militari.

A nasconderla era stato Marino che aveva anche partecipato alla rissa. È stato arrestato e condotto nella casa circondariale di Catania “Piazza Lanza”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X