stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Inchiesta buche d'oro, chiesti patteggiamenti al Gup di Catania
CORRUZIONE

Inchiesta buche d'oro, chiesti patteggiamenti al Gup di Catania

La richiesta di patteggiamento avanzata dalla maggioranza degli imputati ha caratterizzato l'udienza preliminare, davanti al Gup Luca Lorenzetti, dell’inchiesta Buche d’oro a dipendenti dell’Anas di Catania e
a rappresentanti di imprese accusati di corruzione.

La Procura ha dato parere positivo e ha riqualificato il reato in induzione indebita a dare o promettere utilità per due imputati: gli imprenditori Amedeo Perna e Santo Orazio Torrisi. I legali di quest’ultimo, gli avvocati Vincenzo Mellia e Orazio Consolo, hanno chiesto la messa in prova del loro assistito.

Il Giudice ha aggiornato l’udienza preliminare a mercoledì prossimo. Il procuratore aggiunto Agata Santonocito e i sostituti Fabio Regolo e Fabrizio Aliotta, su indagini del nucleo Pef della guardia di finanza di Catania, hanno chiesto il rinvio a giudizio per corruzione di 13 imputati e, come persone giuridiche, di nove imprese.

Parte lesa è l’Anas Spa, che si è costituita parte civile rappresentata dal prof. Giovanni Grasso. Sono 12 i casi contestati dall’accusa con presunti tangenti che oscillano, secondo l’accusa. tra i 3.000 e i 60mila euro per
oltre 300mila euro.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X