stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Scuola: morta a Catania Cristina Cascio, la dirigente che non volle lasciare mai Librino
LUTTO

Scuola: morta a Catania Cristina Cascio, la dirigente che non volle lasciare mai Librino

scuola, Catania, Cronaca
Cristina Cascio

Catania piange la scomparsa di Cristina Cascio, 59 anni, dirigente scolastico della scuola Angelo Musco di Catania, con un passato da dirigente reggente anche al liceo classico Spedalieri. Da tanti anni lottava contro una grave malattia. Ad annunciare la sua scomparsa sui social è l’ex sindaco di Catania, Enzo Bianco.

«Sono profondamente rattristato. Se n’è andata silenziosamente una vera, grande, protagonista della vita catanese - scrive -. Una dirigente scolastica straordinaria. Non volle mai lasciare Librino, anche quando poteva trasferirsi in una scuola più "comoda". Da tempo combatteva contro un male durissimo. Ma aveva continuato ad andare a scuola, sino a poche settimane fa. Grazie, Cristina. Catania ti deve molto. Non ti dimenticheremo».
I funerali si svolgeranno domani 24 gennaio alle 16 in Cattedrale.
E sono ore di lutto per la scuola catanese, lo dimostrano i tanti messaggi di cordoglio che campeggiano su Facebook. «Cristina Cascio, una presenza e adesso una mancanza che ha inciso un segno indelebile in tutta la scuola italiana». «Una dirigente scolastica impegnata e determinata una donna che ha speso la vita per le cose in cui credeva».
Messaggio di cordoglio anche dalla Flc Cgil Sicilia: «si unisce al dolore di tutta la famiglia per la grave perdita di Cristina Cascio. Da diversi anni dirigente scolastica, punto di riferimento per molti dirigenti della provincia di Catania, componente del nostro direttivo regionale. Che la terra ti sia lieve».

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X