Questo sito contribuisce all’audience di Quotidiano Nazionale

Catania, scoperto un deposito di droga in un garage: arrestato un 21enne

Non appena i militari hanno aperto la saracinesca, sono stati pervasi da un’ondata di odore acre, tipico della marijuana

foto arresto x droga

Credeva di riuscire a sfuggire al controllo dei carabinieri, il 21enne catanese che, l’altro pomeriggio, è stato arrestato dai militari del nucleo operativo della compagnia di Fontanarossa per «detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio».

Erano circa le 16.30, quando alla pattuglia, in servizio nel quartiere Trappeto di Catania, nell’ambito del potenziamento dei servizi di prevenzione e repressione dei reati connessi agli stupefacenti disposto dal comando provinciale di Catania, non è passato inosservato quel ragazzo a bordo di una Fiat Panda che sfrecciava a gran velocità lungo la via Ustica.

I carabinieri lo hanno, perciò, immediatamente seguito e fermato, perquisendo anche l’auto che, apparentemente, sembrava pulita. L’attenzione dei militari, però, è caduta su un grande mazzo di chiavi che era nascosto sotto il sedile del guidatore e, per le quali, il ragazzo si è giustificato dicendo che aprivano la saracinesca del suo garage.

A quel punto, gli investigatori hanno voluto accertarsi personalmente della veridicità di quella dichiarazione, quindi, insieme a lui, hanno raggiunto il garage che si trovava nei paraggi. Non appena i militari hanno aperto la saracinesca, sono stati pervasi da un’ondata di odore acre, tipico della marijuana, ed in effetti, sul soppalco del garage hanno scovato 2 buste piene di marijuana, del peso complessivo di mezzo chilo, e 14 dosi già confezionate del peso totale di una trentina di grammi. Accanto alla droga c’erano anche 2 bilancini di precisione e materiale per il confezionamento degli
stupefacenti.

La marijuana ritrovata è stata sequestrata, mentre il 21enne, arrestato, è stato posto a disposizione dell’autorità giudiziaria che ne ha convalidato l’arresto e stabilito per lui gli arresti domiciliari.

Caricamento commenti

Commenta la notizia