INCHIESTA

Caso Catania, indagato Moscati del Livorno: "Mai stato contattato"

Marco Moscati, tra gli indagati nell'inchiesta della procura di Catania 'Treni del gol', per la presunta combine su Catania-Livorno del 2 maggio, terminata 1-1

CATANIA. «Non conosco alcuna delle persone che, secondo la stampa, sarebbero coinvolte in questa scellerata vicenda e non sono mai stato contattato da alcuno per proposte del genere». Così in un comunicato, letto direttamente ai giornalisti, il centrocampista del Livorno Marco Moscati, tra gli indagati nell'inchiesta della procura di Catania 'Treni del gol', per la presunta combine su Catania-Livorno del 2 maggio, terminata 1-1.

«Ho ricevuto un avviso di garanzia il 25 giugno da parte della procura di Catania - ha proseguito Moscati -. Ho letto sulla stampa l'infamante possibilità di aver partecipato a una presunta 'combinè per favorire la vittoria del Catania. Se fosse accaduto e accadesse in futuro avrei riferito e riferirei immediatamente il fatto alla società e agli organi competenti. L'educazione morale e sportiva che ho avuto dalla mia famiglia e dalla società mi pongono anni luce lontano dal solo pensare di truccare una partita per 1 euro o per milioni di euro».

«Attendo di poter chiarire al più presto questo incubo - ha concluso il centrocampista - e da persona completamente innocente ed estranea a qualsiasi coinvolgimento in fatti così infamanti, spregevoli antimorali e antisportivi, chiedo con cortesia rispetto per me e per la mia famiglia».

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X