stampa
Dimensione testo

Mafia a Giarre, 17 arresti nel clan Laudani: nomi e foto

Operazione antimafia dei carabinieri di Catania che, eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per 17 indagati, hanno disarticolato le 'nuove leve' del gruppo del clan Laudani che operava a Giarre.

Ecco i nomi e le foto degli arrestati nell'operazione denominata "Smack forever". Si tratta di: Emmanuel Bannò, di 24 anni; Roberto Bonaccorsi, di 53; Sharon Francesca Contarino, di 26; Filippo Giuseppe Del Popolo Chiappazzo, di 23; Rosario Pietro Forzisi, di 22; Salvatore Greco, di 46; Davide Indelicato, di 38. L'ordinanza di custodia cautelare è stata emessa anche nei confronti di Alessandro Liotta, di 42 anni; Carmelo Mauro, di 21; Francesco Messina, di 48; Giuseppe Musumeci, di 31; Vincenzo Musumeci, di 43; Salvatore Nicotra, di 62; Giovanni Marconato Oliveri, di 24; Massimo Pagano, di 41; Leonardo Patanè, di 65; Valeria Vaccaro, di 27.

I reati ipotizzati dalla Procura distrettuale sono, a vario titolo, associazione mafioso finalizzata a estorsione, furto in abitazione, lesioni e riciclaggio, reati aggravati dal favorire la cosca. Le indagini dell'operazione 'Smack forever', così denominata perché alcuni affiliati si sono fatti un tatuaggio a forma di 'labbra', simbolo dei Laudani, si sono avvalse di attività tecniche e sul territorio, e sono state riscontrate da dichiarazioni di più collaboratori di giustizia.

Dall'inchiesta è emerso che il gruppo era in possesso di armi e che controllava il territorio mediante una capillare sottoposizione dei commercianti al pagamento del 'pizzo', imponendo assunzioni forzate con pestaggi, incendi di veicoli e furti. Accertate anche il riciclaggio dei proventi delle attività illecite con intestazioni fittizie di depositi e conti correnti e l'interessa del clan ad appoggiare , alle elezioni comunali del 2016, candidati a loro vicini, ma che non sono stati identificati.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X