stampa
Dimensione testo

"No alla violenza, sì all'amore", le foto del flash mob a Riposto contro il femminicidio

di

Un flash mob "One billion rising" ha animato il porto internazionale dell'Etna - Marina di Riposto.

Attraverso la colorata e movimentata manifestazione studenti e volontari hanno gridato il loro "No alla violenza…Si all'amore", nell'ambito della "Giornata di sensibilizzazione contro il femminicidio".

Oltre un centinaio di studenti dei quattro indirizzi dell'istituto di Riposto, insieme ai volontari dell'associazione Rinascendo e la "Casa del sollievo" di Catania, hanno dato vita allo spettacolare flash mob. Si è trattato di un flash mob accredidato presso "One billion rising", di un'ambiziosa campagna antiviolenza mondiale.

Studenti, insegnanti e volontari vestiti di rosso e nero, i colori proposti da "One billion rising" , in segno di solidarietà a tutti gli attivisti del mondo, e per ricordare tutte le vittime di femminicidio, hanno danzato sulle note d "Break the chain", colonna sonora ufficiale della campagna antiviolenza.

Ragazze, ragazzi, donne e uomini, uniti, nel ballo, contro ogni forma di abuso e violenza, hanno dato vita ad un evento di spessore che ha fornito spunti di riflessione per la giornata internazionale per l' eliminazione delle violenze.

Dopo il flash mob, nei giorni seguenti, e precisamente, giovedì 29 novembre, alle 9.30, l’associazione "Rinascendo", la "Casa del Sollievo" di Catania e l’ Istituto Superiore di Riposto, organizzano una giornata di sensibilizzazione dal titolo "No alla violenza…si all’ amore”, nell’ambito della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (ricorrenza istituita dall’ Assemblea generale della Nazioni Unite) e fissata il 25 novembre.

L’evento sarà ospitato nell’aula magna dell’istituto Colajanni di Riposto.

Per l’occasione professionisti del settore incontreranno gli studenti dei quattro istituti (professionale, commerciale, nautico e geometra) di Riposto per sensibilizzare i giovani contro ogni forma di violenza e di abuso, contro il femminicidio, piaga sociale dilagante.

Il fenomeno resta di enormi proporzioni e i numeri parlano chiaro: quasi sette milioni di donne hanno subìto qualche forma di abuso nel corso della loro vita. Dalle violenze domestiche allo stalking, dallo stupro all'insulto verbale, la vita femminile è costellata di violazioni della propria sfera intima e personale.

La manifestazione voluta dalla dirigente scolastica Maria Catena Trovato e dalla presidente dell’associazione “Rinascendo” e della “Casa del Sollievo” di Catania, Angela Leonardi, sarà coordinata e presentata dalla giornalista Patrizia Tirendi.

Saranno presenti, oltre al primo cittadino del comune ionico, Enzo Caragliano, esponenti delle Forze dell’ ordine. Sul delicato tema relazioneranno esperti e qualificati professionisti: l'avvocato Ester Ferrara; la psicologa, Zaira Trovato, la presidente dell' associazione "#insieme per la vita" Maria Grazia Felicioli, l'oncologo Placido Amadio, il clinical risk manager Umeberto Privitera e Cetty Russo sorella della vittima di femminicidio Maria Rita Russo.

Infine gli attori Fabio Boga dal set di Amore criminale e Angelo Faraci, regista di pellicole dedicate al tema, porteranno la loro testimonianza e saranno premiati per l' impegno profuso nelle campagne contro il femminicidio.

Ospite il soprano e violinista Sarah Ricca. L’evento è dedicato al ricordo di tutte le vittime di femminicidio, ed in particolare, al ricordo di Maria Rita Russo, la giovane mamma di Giarre, arsa viva dal marito e morta dopo avere compiuto l’ ultimo gesto d’ amore, salvare dalle fiamme i suoi piccoli gemellini.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X