stampa
Dimensione testo

Il cadavere del padre nascosto in un mobile, il video dell'arresto a Catania: tradito da uno sportello

Trentasei anni e dei precedenti per maltrattamenti in famiglia. Alberto Italia, accusato di aver ucciso al culmine di una lite per motivi economici il padre, Gaetano Italia, 81 anni, colpendolo violentemente al volto con pugni e calci e anche un corpo contundente, in casa dell'anziano genitore a Catania, è stato interrogato dal Pm Martina Nunziata Bonfiglio alla presenza del suo legale di fiducia, ma si è avvalso della facoltà di non rispondere.

L'uomo, in passato era stato anche raggiunto da un provvedimento del gip del Tribunale di Catania che gli vietava di avvicinarsi alla casa dei genitori. Ma tutto questo non ha frenato il suo impeto omicida. Dopo aver colpito più volte il padre, ha avvolto il corpo senza vita in una coperta e lo nascosto dentro un mobile che poi ha portato in strada.

A incastrarlo uno sportello che si è aperto mostrando il braccio della vittima. Un particolare che è stato notato da alcuni passanti. Gaetano Italia, pensando di non essere stato visto, ha anche estratto il cadavere del padre dal mobile, lasciandolo per strada per poi tornare in casa come se nulla fosse. Dopo le segnalazioni la polizia si è presentata nell'abitazione dell'uomo e lo ha portato in questura.

Ieri sera, come si vede nel video, è stato poi arrestato in flagranza differita per omicidio e occultamento di cadavere, le indagini sono state coordinate dalla Procura. Le accuse nei suoi confronti sono omicidio aggravato e occultamento di cadavere. Durante la notte la polizia ha ascoltato i testimoni.

© Riproduzione riservata

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X