Gela, attentato alla scuola: petizione dei genitori

Nuove iniziative domani e mercoledì

GELA. Un gruppo di genitori indignati dal vile attemtato alla scuola dell’infanzia della praccocchia Regina Pacis di Giarre, ieri mattina ha presidiato la scuola per una raccolta di firme di solidarietà a favore dei collaboratori e di Eleonora Auditore, la maestra che gestisce la scuola Il giardino dei bimbi di viale Don Minzoni.
Un gesto simbolico ma concreto per manifestare la volontà dei genitori di non accettare una intimidazione "che ha superato un limite invalicabile, colpendo una scuola dell'infanzia".
I genitori hanno ribadito: "non porteremo via i nostri bambini da questa scuole, dove le docenti lavorano in modo valido ed efficace. Le intimidazioni non prevarranno".
Tuttavia pare che qualcuno, forse per eccessiva paura, avrebbe già trasferito i propri figli in un’altra scuola.
Accanto ai genitori, ieri mattina, non c'era alcun rappresentante delle istituzioni, un'assenza notata dai genitori che hanno lanciato un'iniziativa, aperta alla società civile, che proseguirà lunedì 31 e il 2 gennaio 2013.
I muratori, intanto, stanno lavorando alacremente per rimettere le cose a posto.
Sul fronte delle indagini, a distanza di una settimana dalla bomba che ha squarciato il cancello d'ingresso, alcune vetrate e la copertura antipioggia della scuola, non trapelano indiscrezioni sul possibili risultati delle perizie affidate ai carabijnieri del Ris di Messina, in quanto il materiale raccolto e repertato immediatamente dopo l'esplosione, non sarebbe ancora giunto nei laboratori, in attesa delle decisioni del magistrato titolare delle indagini.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X