CATANIA

Recupero di tributi non pagati: accordo tra Comune e Riscossione Sicilia

CATANIA. Le soluzioni per il recupero di almeno 150 milioni di euro derivanti da tributi ancora da riscuotere per ruoli che fino al 2010 erano gestiti dalla partecipata regionale: questo il tema dell'incontro svoltosi stamani a Palazzo degli Elefanti tra il sindaco di Catania Enzo Bianco ed il presidente di Riscossione Sicilia, Antonio Fiumefreddo.

Bianco e Fiumefreddo hanno concordato sulla necessità di attivare entro 10 giorni un «gruppo di lavoro congiunto», composto da dipendenti comunali e di Riscossione, dedicato al recupero dei tributi e abilitato ad accedere ai più aggiornati archivi telematici per l'incrocio dei dati. Inoltre, sarà ripristinato il collegamento on line tra Riscossione e l'Anagrafe comunale così da verificare in tempo reale l'esistenza in vita o la migrazione dei contribuenti.

I vertici del Comune e dell'Agente della Riscossione hanno concordato sulla priorità da assegnare a questo compito per adempiere al dovere di equità sociale, e così assicurare che pagando tutti si paghi meno. Il sindaco ed il presidente di Riscossione Sicilia hanno deciso, infine, che un tavolo tecnico seguirà i termini dell'accordo affinchè si possa , insieme con l'assessore al bilancio Giuseppe Girlando e con il Comandante della Polizia Locale, Pietro Belfiore, avviare il gruppo di lavoro già tra 10 giorni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X