POLIZIA

"Detenzione illegale di armi", arrestato un catanese

Nel corso di indagini, condotte dalla Squadra mobile, è emerso che l'indagato sarebbe uomo di fiducia di Arnaldo Santoro, 38 anni, indicato come affiliato al clan facente capo a Lorenzo Saitta, 40 anni, detto «'u scheletru», gravitante nell'ambito della famiglia mafiosa Santapaola-Ercolano

CATANIA. Gli agenti della polizia di Stato hanno arrestato per detenzione illegale di armi comuni da sparo il catanese Giovanni Di Mauro, di 28 anni, che si trovava ai domiciliari. Il giovane è stato raggiunto da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Nel corso di indagini, condotte dalla Squadra mobile, è emerso che l'indagato sarebbe uomo di fiducia di Arnaldo Santoro, 38 anni, indicato come affiliato al  clan facente capo a Lorenzo Saitta, 40 anni, detto «'u scheletru», gravitante nell'ambito della famiglia mafiosa Santapaola-Ercolano.

L'attività investigativa ha fatto luce sull'esistenza di armi illegalmente detenute dall'indagato oltre a quelle già precedentemente sequestrate a suo carico, il 23 gennaio 2014. In quella circostanza sono state trovate due bombe a mano, un  mitragliatore da guerra, un congegno artigianale da sparo (una penna/pistola) e relative munizioni, oltre a cocaina, marijuana, materiale per il confezionamento della droga ed un dispositivo  elettronico per il rilevamento di microspie. L'arrestato è stato condotto nel carcere di piazza Lanza.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X