NEL CATANESE

Misterbianco, poliziotto sventa una rapina: due arresti

È invece ancora ricercato il terzo uomo, che si è reso irreperibile

MISTERBIANCO. Gli agenti della polizia di Stato hanno identificato e arrestato due dei presunti rapinatori che hanno messo a segno, venerdì sera, un colpo in un esercizio commerciale nella zona industriale di Misterbianco, nel catanese. In manette sono finiti i catanesi Giuseppe Aurora, di 27 anni, e  Salvatore Cosenza, di 22 anni, che dovranno rispondere, in concorso tra loro e di un altro rapinatore ancora ricercato, dei reati di rapina aggravata, lesioni aggravate, resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Ad agire sono stati in tre. Poco prima delle 20, a bordo di una Mercedes classe C, i malviventi sono giunti nel parcheggio antistante l'esercizio. Mentre l'autista rimaneva in auto, gli altri due indossando uno un passamontagna e l'altro una maschera di Carnevale, impugnando una pistola, hanno fatto irruzione nel locale e, sotto la minaccia dell'arma, si sono fatti consegnare 500 euro circa. All'uscita, un poliziotto libero dal servizio, disarmato, avendo notato la scena, ha cercato di bloccarli e di disarmare il rapinatore armato. Ne è nata una colluttazione nel corso della quale l'agente di polizia è riuscito a togliere il passamontagna ad uno dei due rapinatori mentre l'altro lo ha colpito alla testa con l'arma. Sebbene ferito e sanguinante, il poliziotto ha tentato di bloccare la fuga dell'auto, aggrappandosi allo sportello lato guidatore. Ma alla fine ha dovuto lasciare la presa. Tuttavia è riuscito a vedere bene il volto del rapinatore armato, avendogli tolto il passamontagna, e quello del complice che si trovava alla guida della Mercedes.
Il poliziotto è stato poi soccorso e trasportato in ambulanza all'ospedale, dove gli è stata riscontrata una profonda ferita lacero-contusa alla testa, che è stata suturata con diversi punti, ed altre ferite al corpo.

Gli agenti della polizia di Stato intervenuti sul posto hanno trovato e sequestrato il passamontagna utilizzato dal rapinatore. Mentre le successive indagini hanno portato all'accertamento del numero di targa dell'auto, che è stata ritrovata, il giorno successivo, parcheggiata in viale Bummacaro, nel rione di   Librino, a Catania. Gli investigatori hanno scoperto che il mezzo era in uso a Giuseppe Aurora, con precedenti per rapina, riconosciuto dal poliziotto ferito come l'automobilista del gruppo. Avviate le ricerche, Aurora si è presentato presso gli  uffici di Polizia, mentre Cosenza è stato rintracciato nella zona  di Monte Po, a Catania. È invece ancora ricercato il terzo uomo, che si è reso irreperibile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X