CARABINIERI

Catania, sequestra e sevizia la compagna disabile e incinta: arrestato un 23enne

CATANIA. Avrebbe seviziato e chiuso in casa la sua convivente di 20 anni disabile e incinta. Per questa ragione i carabinieri hanno arrestato a Catania un giovane di 23 anni eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip per sequestro di persona e maltrattamenti in famiglia.

A denunciare il giovane è stata la vittima nell’ottobre scorso. La ragazza, ora diventata mamma, è stata affidata insieme al figlio di cinque cinque mesi ad una struttura protetta del Catanese. Il convivente è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

Ai militari la giovane ha detto che il convivente, che aveva conosciuto all’inizio del 2016 su Facebook, del quale si era innamorata e con il quale era andata a vivere, le aveva fatto perdere ogni contatto con la famiglia d’origine, l’aveva messa incinta e l’aveva sottoposta ad ogni sorta di maltrattamento fisico, arrivandole a spegnere le sigarette sulle braccia, e psicologico, pronunciando frasi come «Se mi lasci ti toglieranno il bambino e non lo rivedrai mai più».

La ragazza ha anche raccontato che quando il convivente andava al lavoro era costretta a rimanere chiusa in casa e senza alcuna possibilità di uscire. Anche i tentativi della famiglia d’origine di sottrarre la ragazza ai comportamenti del convivente erano falliti perché il 23enne in più occasioni e con l’aiuto di altre persone, era andato a riprendersela minacciando gravi ritorsioni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X