POLIZIA DI STATO

Nascondeva in casa materiale edile rubato, donna denunciata a Catania

CATANIA. Materiale ritenuto di provenienza furtiva è stato trovato dalla Polizia di Stato di Catania in un casolare rurale di proprietà di una donna di 57 anni pregiudicata per reati contro il patrimonio ed appartenente ad una famiglia mafiosa riconducibile al clan Cappello che è stata denunciata per riciclaggio di beni di provenienza illecita.

Gli agenti del commissariato di Librino hanno trovato pannelli per l’impermeabilizzazione dei tetti di magazzini o depositi di tipo industriale, cancelli in ferro e materiale edile vario, rinvenuto. Il materiale era in parte accatastato in attesa di essere riutilizzato. In parte era strato già riciclato come tetto di un immobile in corso di rifacimento.

Il materiale è stato sequestrato ed affidato in giudiziale custodia all’indagata in attesa di effettuare un formale riconoscimento da parte del legittimo proprietario ed in attesa di concordare previa disposizione dell’autorità giudiziaria,le modalità e i tempi di restituzione.

Nel podere gli agenti hanno anche trovato una piccola azienda zootecnica abusiva con pollame vario e capi di suino non regolarmente censiti, motivo per cui è stato richiesto l’intervento dei veterinari dell’Asp, che hanno sanzionato l’indagata per abusi inerenti la tenuta di animali di allevamento perché era sprovvista di regolare codice d’azienda. La donna è stata anche sanzionata per la presenza di un Pit Bull senza microchip e di materiale di risulta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X