IL PROCURATORE

Inchiesta su scommesse, De Raho: "Se non si batte la mafia il Sud resterà la zavorra d'Italia"

arresti catania, centri scommesse, mafia, Cafiero De Raho, Catania, Cronaca
Il procuratore Antimafia Cafiero De Raho

La «politica presti attenzione» alle infiltrazioni delle mafie nel settore dei giochi e delle scommesse perché altrimenti «l'Italia non sarà in grado di decollare» e il Sud «continuerà ad essere la zavorra dell’economia del Paese». È l’allarme e il monito che arriva dal procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo Francesco Cafiero de Raho dopo l’operazione di tre procure che ha consentito di accertare un patto tra le mafie per spartirsi il mercato delle scommesse on line.

Il settore dei giochi e delle scommesse online, ha spiegato de Raho, presenta diverse «criticità» poiché mancano «forme di controllo e vigilanza tagli da impedire che le organizzazioni criminali si infiltrino e facciano tutto ciò che crea danno all’economia sana». Ecco perché «la politica deve prestare attenzione a questi aspetti».

In caso contrario, conclude il procuratore nazionale antimafia, «l'economia sana e pulita continuerà ad essere infiltrata dalle mafie e il sud continuerà ad essere la zavorra dell’economia del paese. Se non battiamo le mafie, l’economia italiana non sarà in grado di decollare».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X