Scossa di terremoto ai piedi dell'Etna

Catania, Archivio

CATANIA. Poco dopo le 15, paura in provincia di Catania per un terremoto di magnitudo 3.4 della scala Richter. Epicentro dell’evento nella zona di Zafferana. I vigili del fuoco, per ora, escludono danni a persone o cose. Gli esperti stanno valutando se la scossa possa essere preludio di un’imminente ripresa dell’attività esplosiva nei crateri sommitali dell’Etna che dal 28 aprile – data dell’ultima eruzione –  sta concedendo una tregua.
E' stato l'Etna a tremate, nel sisma di magnitudo 3,5 registrato nella provincia di Catania. "E' un terremoto di origine vulcanica", ha detto il direttore del Centro Nazionale Terremoti dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), Alessandro Amato. "Il terremoto - ha aggiunto - è avvenuto proprio sotto l'Etna, vicino ai crateri centrali, nella zona più a Est, in direzione del mare".
L'Ingv di Catania ha registrato una sola scossa di terremoto, alle 15.04 e non alle 15.30 come reso noto in un primo momento. L'evento non è stato preceduto o seguito da altre scosse. Secondo quanto si è appreso dalle sale operative di carabinieri e vigili del fuoco non ci sono state segnalazioni di danni a cose o persone. A Catania è stata evacuato, per precauzione, l'edificio che ospita l'agenzie delle entrate, ma non è stato necessario eseguire alcun sopralluogo sulla stabilità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X