stampa
Dimensione testo

È emergenza loculi al cimitero di Paternò Il Comune pensa ad un nuovo padiglione

PATERNÒ. Tra qualche mese a Paternò trovare una tomba per seppellire il proprio caro potrebbe trasformarsi in una impresa titanica, visto che al camposanto di via Balatelle, sono rimasti disponili soltanto una quarantina di posti.
Un vero e proprio fulmine a ciel sereno che sta obbligando l'amministrazione comunale a fare pressione sugli uffici per trovare, in tempi brevi, una adeguata soluzione. Un’azione "d'attacco" da parte della giunta che si sta muovendo su due direttrici ben specifiche: da una parte la politica, intesa come consiglio comunale chiamato ad approvare un piano cimiteriale assente da quasi 30 anni; dall'altra tecnica, con gli uffici chiamati ad elaborare un progetto "straordinario" che miri, nell'attesa di un piano cimiteriale efficace ed operativo, alla realizzazione di strutture che ospitano i defunti.
Premesso che Paternò è la città con due cimiteri, oltre a quello di via Balatelle, infatti, è presente anche il cimitero monumentale, esaurito in tutti posti, è necessario accelerare l'iter per consentire la realizzazione, sempre all'interno del campo santo di contrada Scala Vecchia di altri loculi o tombe di famiglia. Proprio nella tarda mattinata di oggi la commissione consiliare ai lavori pubblici, presieduta da Lucio Cunsolo, procederà all'esame del Piano cimiteriale che, se nella riunione di stamattina, dovesse ottenere il parere positivo dei componenti della commissione, nel giro di qualche settimana dovrebbe essere portato all'attenzione dell'assise civica paternese.
Allo stato attuale buona parte delle «tombe di famiglia» al cimitero di via Balatelle, sono vuote, dato che sono state acquistate dagli "utenti", mentre erano ancora in vita. Una politica messa in atto dalle precedenti amministrazioni con lo scopo di finanziare la realizzazione di nuove tombe. «Purtroppo fino ad ora non abbiamo avuto attivo un preciso piano cimiteriale - ha affermato il sindaco di Paterno Mauro Mangano - l'assenza di questo particolare strumento urbanistico cimiteriale non ha consentito interventi struttura adeguati all'interno del cimitero di via Balatelle.Comunque i cittadini paternesi- conclude Mangano- possano stare tranquilli; si sta lavorando alacremente per evitare problemi che, in qualche modo, potrebbero essere causa di disservizi per il seppellimento dei defunti». Per non trovarsi impreparati dinanzi ad un eventuale emergenza "defunti da seppellire", gli uffici comunali stanno preparando un progetto che dovrebbe portare, nei prossimi mesi, alla costruzione all'interno del cimitero di via Balatelle di un "edificio" che possa ospitare una sessantina di loculi, mentre nella zona di Largo San Vincenzo, all'interno del campo santo della collina storica, una altra struttura che possa dare alloggio ad altri 24 loculi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X