stampa
Dimensione testo

Acireale, lavoro nero: 300 «irregolari» in un call-center

ACIREALE. Se non è un record (negativo), poco ci manca. È quello scovato in un call-center dalla Guardia di Finanza della Tenenza acese di via Mancini. Il controllo, avvenuto nell'ambito di un piano messo in atto dalle Fiamme Gialle del Comando provinciale di Catania, era volto proprio a contrastare il fenomeno del lavoro irregolare, o in nero. Con l’operazione di ieri, gli uomini del tenente Marmorale hanno davvero fatto «bingo»: nella struttura esaminata, sono stati individuati 337 lavoratori, 330 dei quali irregolari, gli altri completamente in nero. In particolare, gli accertamenti nella società — fornitrice di servizi per una compagnia di telecomunicazioni — erano diretti a verificare la regolarità nella gestione del personale «co.co.pro», i contratti di collaborazione a progetto. Una situazione costata ai titolari della ditta una sanzione amministrativa.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CATANIA DEL GIORNALE DI SICILIA DI OGGI.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X