stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Ira dei netturbini per gli stipendi: scontro a Paternò

Ira dei netturbini per gli stipendi: scontro a Paternò

PATERNO'. Mattinata di fuoco quella di ieri all’ottavo piano del comune di Paternò, dove una quarantina di operatori ecologici della Dusty, hanno occupato il palazzo comunale, con l’obiettivo di “parlare” col sindaco paternese Mauro Mangano, per chiedere il perché del ritardo nel pagamento degli stipendi relativi agli emolumenti del mese di gennaio. Una “rabbia” incontrollata, quella dei netturbini, scattata nel momento in cui non hanno visto, sui propri conti correnti, canalizzati gli stipendi entro il 17 di febbraio, come sarebbe stato annunciato, in un precedente incontro. Mangano, scortato da agenti di polizia municipale e carabinieri del locale comando stazione, ha voluto incontrare i netturbini, i quali, prima che il primo cittadino uscisse dagli uffici, hanno preso a calci la porta d’ingresso. Momenti di forte tensione poi sedati. Nella tarda mattinata, per un importo complessivo di 120 mila, la tesoreria comunale ha effettuato i bonifici.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X