stampa
Dimensione testo

Comune di Catania, la commissione: «Ancora cinquanta scuole senza test di resistenza al sisma»

CATANIA. «Nel 2009, dopo il terremoto in Abruzzo, una norma impose ai Comuni la realizzazione di test sulla tenuta antisismica delle scuole. Oggi, nella nostra città, soltanto in un paio di plessi su cinquanta sono state effettuate le verifiche. Ritardi di anni che ora questa amministrazione, in carica da poco più di dodici mesi, deve colmare».
Michele Failla, presidente di commissione e consigliere di maggioranza a Palazzo degli Elefanti, lancia un appello «da genitore e da pediatra» al sindaco Bianco. E lo fa sotto forma di interpellanza: «Non una interrogazione — precisa — perché non voglio polemizzare chiedendo a questa giunta perché non siano stati realizzati gli accertamenti. Ho unicamente intenzione di proporre qualcosa che è fortemente voluto dai catanesi. Chi, d’altronde, non vorrebbe essere certo che i propri figli sono al sicuro? Questo, peraltro, porterebbe lavoro perché verrebbero aperti molti cantieri non a spese del Comune, ma con finanziamenti provenienti da altre istituzioni. Insomma, ristrutturare non costerebbe nulla al nostro ente».


ALTRE NOTIZIE NELL'EDIZIONE DI CATANIA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X