stampa
Dimensione testo
LEGA PRO

Catania, a Monopoli il riscatto non sarà un gioco

di

CATANIA. «Nessuno dei calciatori ha tirato i remi in barca, ma sono tutti desiderosi di riscatto. È un momento di difficoltà oggettiva, però ho visto determinazione e rabbia in tutte le sedute di allenamento effettuate. Abbiamo cercato altre soluzioni tattiche in questi giorni, valutando la possibilità di produrre determinati vantaggi. Cercherò di mettere in campo la migliore formazione possibile sfruttando le qualità e le caratteristiche individuali dei singoli». Così Giovanni Pulvirenti nella conferenza stampa pre gara.

Quello che scenderà in campo oggi pomeriggio a Monopoli è un Catania sempre più d’emergenza, incerottato non solo nel morale, dopo la pesante sconfitta interna contro il Cosenza, ma soprattutto nell’organico a disposizione del tecnico, decimato da una lunga serie di infortuni. Solo venti convocati, infatti, con tante promozioni forzate per i ragazzi della Beretti, alcuni dei quali dovrebbero partire titolari, come il centrocampista Di Stefano (buona la sua mezz’ora sabato scorso) e Manneh che insieme a Mboji fanno parte della prima squadra da inizio stagione, pur avendo avuto poche opportunità di giocare.

GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE CARTACEA DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X