stampa
Dimensione testo

Calcio

Home Sport Calcio È il giorno di Catania-Palermo, l'ultimo derby 8 anni fa in serie A
SERIE C

È il giorno di Catania-Palermo, l'ultimo derby 8 anni fa in serie A

di

È il giorno del derby. Al Massimino si sfidano Catania e Palermo, un derby che in terra catanese manca dal 2013, quando le due compagini si affrontarono per l’ultima volta in serie A. Era un altro scenario, era un altro calcio. A distanza di 8 anni è praticamente cambiato tutto.

Nel Palermo – in quel derby reso noto per le B esposte dai tifosi rossazzurri – segnò Ilicic al 94’ pareggiando il gol di Barrientos. Dieci anni e adesso il derby torna in un Massimino deserto e in serie C, non il massimo delle aspettative. Ma anche questa pagina farà parte della storia infinita delle sfide tra le due siciliane. A questo derby ci arriva meglio il Catania, un po’ come successo all’andata quando il covid mise in ginocchio il Palermo. I rossazzurri , anche se affetti da “pareggite” hanno una classifica decisamente migliore e oggi proveranno ad acciuffare l’ultimo treno per le posizioni di vertice. Il Palermo è ferito, incerottato, con un nuovo allenatore in panchina e con i nervi a fior di pelle. Ma è risaputo che il derby riesce a tirar fuori quello che magari in stagione hai sfoderato rare volte: ovvero orgoglio e determinazione.

Giacomo Filippi deve fare i conti con tante assenze per la partita di stasera alle 20,30. L’ex vice di Boscaglia vuole in primis ricompattare il gruppo e ha qualche dubbio. Il modulo dovrebbe essere sempre il 4-3-3.Gli indisponibili sono: Doda, Lancini, Corrado, Kanoute, Saraniti, Almici e Odjer.

In avanti ci sarà Lucca, affiancato da Floriano e con ogni probabilità Silipo. A centrocampo De Rose va verso la conferma, mentre dovrebbe tornare dal primo minuto Santana. Luperini è ancora la mezzala destra. In difesa giocano Accardi e Crivello. Al centro, sembra sicura la maglia da titolare per Marconi, mentre Somma, Palazzi e Peretti si giocano l’altra maglia. Catania, il rientro di Sales dalla squalifica dovrebbe determinare il ritorno della difesa a tre, in avanti Raffaele quasi certamente farà affidamento sulle sortite offensive di Sarao e Russotto, apparsi entrambi in ottimo stato di forma nelle ultime uscite. Ora di derby, manca poco: c’è da salvare l’onore.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X