stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Riciclavano Smart rubata, smascherati a Catania
CARABINIERI

Riciclavano Smart rubata, smascherati a Catania

Presi tre pusher di cocaina, uno è minore. Picchia i genitori che gli negano i soldi per drogarsi, bloccato

CATANIA. Smantellavano una Smart Two in un garage di viale Moncada. Davide Grasso, 29 anni, Alfio Sorrentino, 30 anni, Rocco Ferrara, 37 anni, adesso si trovano rinchiusi nella Casa circondariale di «Catania Piazza Lanza» in attesa della «direttissima». Ad arrestarli con l’accusa di riciclaggio i carabinieri del Nucleo investigativo. La vettura è risultata rubata mercoledì scorso. Rocco Ferrara dovrà rispondere anche dell’accusa di evasione, avendo disatteso i «domiciliari».

I carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia «Piazza Dante» hanno smascherato una mini gang di spacciatori: due gli arrestati, finiti nella Casa circondariale di «Catania Piazza Lanza»; un terzo, risultato minorenne, è stato denunciato. Dietro le sbarre Carmelo Caltabiano, 47 anni, indicato come colui il quale incassava il denaro dagli acquierenti e riforniva i pusher per la consegna delle dosi. Uno di questi Carmelo Minutola, 26 anni, mentre il complice diciottenne se l’è cavata con una segnalazione, dopo l’iniziale fuga. I militari dell’Arma sono entrati in azione quando hanno compreso il meccanismo della loro attività. Nel corso del controllo recuperati una ventina di dosi di cocaina e 100 euro in contanti.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X