stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Pediatria chiusa, vietato nascere all'ospedale di Paternò
SANITA'

Pediatria chiusa, vietato nascere all'ospedale di Paternò

di
Firmato il provvedimento che rende operativa la decisione di chiusura del reparto Pediatria, con il conseguente trasferimento di attrezzature e personale a Biancavilla

PATERNO'. Il direttore sanitario del Distretto 2 dell'Asp etnea Salvo Calì ha firmato la disposizione secondo la quale diventa operativa la chiusura del reparto di Pediatria dall'ospedale «Santissimo Salvatore» di Paternò.

Conseguente a questa decisione è il trasferimento di attrezzature e personale medico e paramedico al reparto di Pediatria dell’ospedale «Maria Santissima dell'Addolorata» di Biancavilla.

Da ieri, dunque, niente più ricoveri. Il reparto di Pediatria dell’Ospedale di Paternò è formalmente chiuso. Restano operativi invece l'ambulatorio di Pediatria fino al prossimo 31 dicembre e la consulenza al Pronto soccorso, come previsto dal piano regionale della sanità.

Il provvedimento firmato da Salvo Calì dispone che a partire "da lunedì 14 settembre i ricoveri pediatrici vengono effettuati presso l'unità operativa del presidio di Biancavilla; che la continuità assistenziale venga assicurata con un turno di pronta disponibilità festiva e notturna esteso ad entrambi i presidi (su Paternò nell' eventualità di consulenza specialistica al Pronto soccorso), avvalendosi di tutti i dirigenti medici afferenti alle due unità operative".

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X