stampa
Dimensione testo
IL BILANCIO

Droga, furti ed evasioni: la polizia di Catania esegue 9 ordini di carcerazione

di

La Polizia di Stato ha eseguito, a Catania, nove arresti disposti dall’Autorità Giudiziaria.

La squadra Mobile – Squadra “Catturandi” ha arrestato Alfio Natale Rapisarda, pregiudicato di 39 anni,
destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania – Ufficio Esecuzioni penali. Deve scontare la pena di 7 anni di reclusione per reati in materia di stupefacenti.

Le manette sono scattate per Francesco Rapisarda, 56 anni, attualmente sottoposto alla misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali. È destinatario di provvedimento di esecuzione di pene concorrenti nei confronti di condannato affidato in prova ai servizi sociali e contestuale ordine di traduzione, emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Catania – Ufficio Esecuzioni Penali. Deve scontare 5 anni, un mese e 29 giorni per i reati di estorsione e furto aggravato.

In arresto Mario Mazzone, pregiudicato 56enne, destinatario di provvedimento di ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Catania – Ufficio Esecuzioni Penali. Deve scontare la pena di un anno e 9 mesi per i reati di tentata rapina, resistenza a Pubblico ufficiale, lesioni e altro.

In manette anche Giuseppe Barone, 48 anni pregiudicato. È destinatario di ordine di esecuzione per espiazione di un periodo di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Catania presso la Corte d’Appello di Catania – Ufficio Esecuzioni Penali. Deve scontare un anni, 3 mesi e 19 giorni in regime di reclusione per reati in materia di armi e stupefacenti.

Le manette sono scattate per Salvatore Marchetta, 33 anni, pregiudicato. È destinatario di provvedimento di ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania – Ufficio Esecuzioni Penali. Deve scontare la pena di 8 mesi di reclusione per inosservanza degli obblighi derivanti dalla misura della sorveglianza speciale.

In manette Gianluca Alberio, 36 anni, attualmente sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. È
destinatario di decreto magistrato di sorveglianza sospensione provvisoria di detenzione domiciliare con conseguente carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Catania – Ufficio Esecuzioni Penali. Deve scontare una pena di reclusione fino al 2 settembre 2020, per reati in materia di stupefacenti ed evasione.

Manette anche per Giovanni Erbasecca, 33 anni, pregiudicato. È destinatario di ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catania – Ufficio Esecuzioni penali. Deve scontare la pena di 9 mesi e 27 giorni di reclusione per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale.

In manette Salvatore Sicali, 45 anni. È destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Catania – Ufficio Esecuzioni Penali. Deve scontare la pena di 8 mesi e 28 giorni di reclusione per il reato di furto.

Infine, in manette è finito Salvatore Maccarrone, 60 anni. È destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Catania – Ufficio Esecuzioni penali. Deve scontare la pena di un anno, un mese e 10 giorni per evasione.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X