stampa
Dimensione testo
DA GDS IN EDICOLA

Concorso a Catania, per il tribunale è il vincitore ma non per l'Università: indaga il ministero

Giambattista Scirè, nel 2011, aveva visto prevalere un architetto nel concorso di ricercatore di Storia contemporanea per la struttura di didattica di Lingue ma secondo i giudici amministrativi e penali, il vincitore non aveva neanche i titoli per partecipare alla selezione. Il vice ministro all'Istruzione, Lorenzo Fieramonti, ha scritto al rettore Francesco Basile, per chiedere le motivazioni alla base delle scelte dell'Università di Catania che non si è costituita parte civile nel processo penali contro i componenti della Commissione d'esame e non ha mai dato esecuzione alle sentenze, del 2014 e 2015, dei magistrati amministrativi, che individuavano come vincitore del concorso proprio Scirè.

Il Tribunale di Catania, come riporta Daniele Lo Porto in un articolo del Giornale di Sicilia in edicola, ha condannato i tre docenti universitari a un anno di reclusione ciascuno, pena sospesa, per abuso d'ufficio e interdizione dai pubblici uffici, dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese.

La notizia completa nel Giornale di Sicilia in edicola

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X