ECONOMIA IN CRISI

Terremoto a Zafferana, negozi ancora chiusi da dicembre: riapre solo una macelleria storica

Case inabitate perché inagibili, altre pericolanti in attesa di sapere se saranno abbattute o messe in sicurezza, esercizi commerciali e attività economiche che hanno abbassato la saracinesca prima della notte del 26 dicembre scorso e non l'hanno potuta più rialzare.

L'emergenza terremoto nella frazione di Fleri, la più danneggiata, sembra essere stata congelata, come se nulla fosse, eppure tanti residenti sono stati costretti a trasferirsi altrove, molti senza la loro casa e il loro lavoro.

Un segnale, piccolo, di speranza, ma vissuto con grande compostezza, è l'annuncio della riapertura di una storica macelleria, attiva fin dal 1929, novanta anni di storia paesana, generazioni che si sono alternate al di là e al di qua del bancone, così come raccontato da Daniele Lo Porto sulle pagine del Giornale di Sicilia oggi in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X