stampa
Dimensione testo
GARIBALDI-NESIMA

Due medici aggrediti a Catania: torna l'allarme violenza negli ospedali

di

Due medici sono stati aggrediti da un paziente ieri pomeriggio all’ospedale Garibaldi-Nesima di Catania. A fare scattare la violenza dell'uomo sarebbe stato un disguido sulla ricetta. I due sanitari hanno riportato contusioni.

Sul caso è intervenuto anche il direttore generale dell'ospedale, Fabrizio De Nicola: "Siamo vicinissimi ai due medici aggrediti al Garibaldi-Nesima, a cui ovviamente va anche la solidarietà e il sostegno della direzione strategica - dice in una nota Fabrizio De Nicola, direttore generale dell’ospedale -. Ne conosciamo bene le doti umane, oltre che le indiscutibili qualità professionali, e saremo accanto a loro anche in eventuali azioni legali che vorranno intraprendere contro l’aggressore. Peraltro, occorre sempre ricordare che queste azioni ignobili finiscono sempre per provocare un’interruzione di pubblico servizio e un disagio evidente per quei cittadini, per fortuna la maggioranza, che rispettano le regole".

Protestano i sindacati. "È assurdo lavorare con questo clima -  dichiara Calogero Coniglio, segretario regionale e coordinatore nazionale del sindacato Fsi-Usae -. Solidarietà da parte del nostro sindacato. Per mettere fine a questa criminalità non sono bastate le nostre denunce a prefetture, procure e questure, le interrogazioni parlamentari presentate, le rassicurazioni, la solidarietà e le varie promesse ricevute".

"Ribadiamo - aggiunge - che sono necessarie le forze di polizia presenti per mettere fine a questa situazione. Giorni fa abbiamo ottenuto il vigilante h 24 a Taormina. La nostra battaglia continuerà ancora".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X