stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca San Giovanni Galermo, blitz tra droga e cani combattimento

San Giovanni Galermo, blitz tra droga e cani combattimento

Blitz dei carabinieri, a metà mattinata, nel quartiere di San Giovanni Galermo. Messa a soqquadro la più fiorente piazza di spaccio di Catania fra le vie Capo Passero e Pantelleria, più di cento uomini con le forze speciali, dai cinofili alla scientifica, ai reparti operativi hanno cinto d’assedio il quartiere, lo stesso in cui meno di una settimana fa due carabinieri erano finiti in ospedale dopo che erano stati aggrediti dai familiari per una perquisizione in casa di un rampollo dei Calabretta, famiglia ritenuta dagli investigatori specializzata nel narcotraffico.

Le perquisizioni in casa di alcuni sospettati hanno permesso il sequestro di un po' di crac. «Il comando provinciale ci teneva, a ripristinare la presenza dello Stato in questo quartiere di Catania, in cui neppure il Covid 19 ha completamente fermato lo spaccio» ha detto il tenente colonnello Piercarmine Sica, comandante del reparto operativo del comando provinciale dei carabinieri di Catania.

Con il blitz di oggi è emerso un degrado che ha trasformato l’intero rione anche dal punto di vista urbanistico. Di fatto è nata una nuova via Capo Passero, lo sterrato alle spalle delle palazzine grige, con tanto di costruzioni abusive, garage fetidi, recinti privati utilizzati per gli allevamenti di molossi da combattimento e persino un piccolo spazio adibito agli spazi di movimento per un cavallo, oggi sequestrato e affidato dai veterinari dell’Asp ad un maneggio. La luce arrivava dai tanti allacci abusivi alla rete pubblica, che hanno costretto ad un lungo intervento gli operai dell’Enel.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X