stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Belpasso, rissa tra vicini di casa per un secchio d’acqua: in cinque ai domiciliari
CARABINIERI

Belpasso, rissa tra vicini di casa per un secchio d’acqua: in cinque ai domiciliari

Gli arrestati sono tre donne e due uomini, uno dei quali, per una ferita da taglio, è stato trasportato con l'elicottero all'ospedale Cannizzaro di Catania. La lite risale al primo febbraio

I carabinieri della stazione di Belpasso hanno arrestato, su delega della Procura di Catania, un uomo di 63 anni e due donne, rispettivamente di 48 e 22 anni, tutti appartenenti al medesimo nucleo familiare. I tre arrestati, secondo l’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip del tribunale del capoluogo etneo, lo scorso primo febbraio, avrebbero partecipato ad una rissa condominiale con due componenti di un altro nucleo familiare, un uomo di 39 anni ed una donna di 33, che già si trovano ristretti in regime di arresti domiciliari, in quanto fermati in flagranza lo stesso giorno della rissa.

La lite sarebbe scoppiata per futili motivi. La 33enne avrebbe svuotato un secchio pieno di acqua sull’appartamento sottostante. Inizialmente il litigio sarebbe stato solo verbale, ma, nonostante i tentativi di pacificazione da parte dei vicini di casa accorsi, i contendenti si sarebbero fronteggiati, brandendo oggetti quali un manico di scopa ed un mattarello con lesioni patite da entrambe le parti. Le conseguenze peggiori per uno degli uomini, che avrebbe riportato una ferita da taglio all’addome, tanto da dover essere trasportato con l’elisoccorso all’ospedale Cannizzaro di Catania.

L’immediato intervento dei carabinieri, accorsi a seguito delle segnalazioni telefoniche dei residenti, ha permesso di calmare gli animi e soccorrere i feriti. A seguito dell’attività investigativa svolta dall’Arma di Belpasso e compendiata all’autorità giudiziaria di Catania, il gip del Tribunale etneo ha ordinato adesso l’applicazione degli arresti domiciliari nei confronti dei tre componenti del nucleo familiare, disponendo altresì l’applicazione del braccialetto elettronico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X