stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Etna, si ferma l'eruzione dalle nuove bocche a 2.700 e 1.900 metri
INGV

Etna, si ferma l'eruzione dalle nuove bocche a 2.700 e 1.900 metri

Catania, Cronaca
Una delle fasi dell'ultima eruzione

È cessata l’attività effusiva alle bocche che si erano aperte sull’Etna a circa 2.700 e 1.900 metri e non sono presenti sul vulcano emissioni di cenere dal cratere di Sud-Est.

È quanto emerge da sopralluoghi eseguiti da personale dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Osservatorio etneo, di Catania. L’ampiezza media del tremore vulcanico si è attestata nell’intervallo dei valori medi. Le sorgenti del tremore sono localizzate tra la Bocca Nuova ed il cratere di Sud-Est, ad una quota compresa tra 2.900 e 3.000 metri L’attività infrasonica risulta bassa e localizzata principalmente in corrispondenza del Cratere Bocca Nuova. Le stazioni delle reti clinometrica e Gnss non mostrano deformazioni del suolo significative.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X