stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Catania, controlli di carabinieri e vigili nel centro città: denuncia per il possesso di un coltello
IL BILANCIO

Catania, controlli di carabinieri e vigili nel centro città: denuncia per il possesso di un coltello

I carabinieri della compagnia di Catania Piazza Dante, supportati dai colleghi del 12° Reggimento Sicilia e in collaborazione con il nucleo radiomobile del Comando provinciale e la polizia locale di Catania, sono stati impegnati in un servizio finalizzato al contrasto dell’illegalità diffusa nel centro storico ed in particolare in zona Castello Ursino dove è stata assicurata alle persone presenti la fruibilità delle aree a verde pubblico e pedonali.

I militari dell’Arma hanno sottoposto a controllo oltre una settantina di persone e una trentina di veicoli in transito. Un 61enne è stato deferito all’autorità giudiziaria per falsa attestazione sull’identità a pubblico ufficiale, poiché durante il controllo su strada ha fornito ai carabinieri generalità false, come riscontrato a seguito degli accertamenti effettuati.

Un 28enne catanese è stato sorpreso alla guida di un’autovettura senza aver mai conseguito la patente di guida, con recidiva nel biennio, circostanza quest’ultima che ha fatto scattare per lui la denuncia.

I carabinieri hanno altresì effettuato numerose ispezioni a persone e veicoli ottenendo riscontro positivo per un 26enne catanese, trovato in possesso di un coltello della lama di 9 cm e denunciato per possesso ingiustificato di arma od oggetto atto ad offendere.

Oltre ad effettuare controlli preventivi presso alcune attività di ristorazione e somministrazione di bevande in zona castello Ursino, i militari dell’Arma hanno concentrato la loro attenzione anche in zona piazza Duomo, procedendo al controllo di alcune attività di somministrazione di alimenti e bevande per la verifica del rispetto delle norme igienico sanitarie. Nella circostanza i titolari di due attività commerciali sono stati sanzionati amministrativamente per occupazione abusiva di suolo pubblico, stante la presenza di tavoli e sedie sulla pubblica via e per la mancata esposizione del cartello recante orari di apertura.

In una delle attività commerciali sottoposte a verifica è stato riscontrato anche il cambio di destinazione d’uso di un locale che di fatto è stato illecitamente adibito a cucina. Le violazioni riscontrate dai carabinieri hanno comportato l’elevazione di sanzioni per un importo complessivo di oltre 8.000 euro.
Sono state elevate contravvenzioni per violazioni al codice della strada per un importo di oltre 17.000 euro con contestuale sequestro/fermo amministrativo di 9 veicoli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X