stampa
Dimensione testo
TEATRO GARIBALDI

Sold out a Giarre per la rivisitazione in chiave comica de "I Promessi Sposi"

di

Ha registrato il “sold out”, sabato e domenica al teatro “Garibaldi”di Giarre, la messa in scena della commedia in due atti "I Promessi Sposi ", una rivisitazione in chiave comica del celebre romanzo di Alessandro Manzoni, rielaborata dal drammaturgo catanese Aldo Lo Castro, per la regia dell’attrice e autrice Maria Rita Leotta.

Risate a crepapelle e applausi a scena aperta ad un cast di attori(grandi e piccini)che ha dimostrato affiatamento e perfetta sintonia nel rispetto dei tempi teatrali. Il testo è una trasposizione in ambiente siciliano del capolavoro della letteratura italiana. Le espressioni manzoniane, che nel romanzo originale assumono diverse connotazioni, dall’amarezza, quando denunciano le ipocrisie dei potenti, alla bonarietà, nei punti in cui smaschera le piccole astuzie degli umili, alla denuncia aspra dello stravolgimento dei valori della famiglia e della società, diventano qui occasione per una spassosa commedia, arricchita dall’inserimento di cinque giovanissimi attori, che creano una storia nella storia, e conferiscono al lavoro anche una valenza culturale che non guasta mai, nell’appello finale al pubblico di riappropriarsi della lettura spezzando le catene dei social.

Ironia e comicità vengono ben gestite da Aldo Lo Castro, estrapolando i personaggi più ricorrenti del romanzo, e rispettandone le coordinate e le caratteristiche, ricreando le situazioni e gli stessi personaggi, guardando la storia da un’altra angolazione, quella comica, consegnandoci un lavoro esilarante dall’inizio alla fine, dove non esiste un protagonista, ma dove tutti sono protagonisti, ognuno con la propria caratteristica, esasperandola, così come vuole la regola della comicità.

Ottima nuova prova questa della Compagnia Teatrale “Jonica” presieduta da Giambattista Galeano, stavolta diretta da Maria Rita Leotta, che ha impresso il suo chiaro marchio. Bravissimi gli attori in erba, Arianna Galeano, Michela Torrisi, Matteo Di Franca, Lello Fichera, Riccardo Paiotti, che costretti a casa da un temporale e non potendo utilizzare Internet, “scoprono” la lettura e ci prendono gusto.

La rivisitazione si dipana fra immancabili e divertenti siparietti tipici della recitazione guittesca, che fanno rinascere con una forza tutta nuova i personaggi del romanzo storico sotto le vesti perfettamente incalzanti dei siciliani dell’entroterra. Si ritroveranno pertanto gli attori ad interpretare i personaggi più famosi del romanzo in chiave grottesca, in situazioni sceniche in cui si evince l’applicazione delle più elementari regole di regia di “Teatro dell’assurdo”.

Sicuri e trascinanti sul palcoscenico i personaggi manzoniani interpretati da: Orazio Messina, Alfio Finistrella, Mariangela Parisi, Salvo De Luca, Pippo Lo Cicero, Gaetano Venuto, Giambattista Galeano, Rita Composto, Salvo Maccarrone, Maria Grazia Leotta, Salvo Di Franca, Grazia Papà, Giovanni Spada, Turi Valenti. A dare un tocco in più i costumi disegnati da Giambattista Galeano e. Realizzati da Sonia Benfatto. Ben curate le scenografie di Gaetano Venuto e Mariangela Grasso. Tecnico delle luci Salvo Sipala. Fotografia di Giuseppe Savoca.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X