stampa
Dimensione testo
7^ EDIZIONE

Al via ad Aci Sant'Antonio il “Premio Carretto Siciliano”con Giovanni Caccamo

di

Per il settimo anno consecutivo il "Premio Carretto Siciliano" andrà in scena ad Aci Sant'Antonio nella piazza Maggiore martedì 3 settembre a partire dalle 21. A ricevere quest'anno il premio, una miniatura di ruota di carretto su una pietra lavica e costruita e decorata  secondo la tradizione saranno: Giovanni Caccamo, Roberto Lipari, Valeria Raciti e Giuseppe Lanzafame. 

Martedì l'‘Eterno Tour’ di Giovanni Caccamo (dal nome del brano col quale ha partecipato all’edizione 2018 del ‘Festival di Sanremo’) farà tappa ad Aci Sant’Antonio dopo aver calcato diversi palchi internazionali (come Lima, Algeri, Budapest) e nazionali.

Roberto Lipari, comico palermitano nato nel laboratorio comico palermitano ‘La Carovana Stramba’ e vincitore del talent show di La7 di ‘Eccezionale veramente’. Passato dal palco di ‘Zelig’ e da quello di ‘Made in Sud’, Lipari ha finito da qualche mese di partecipare alle riprese di ‘Tuttapposto’, il lungometraggio del quale è sceneggiatore e protagonista: girato fra Catania e Acireale, il film lo vede accanto ad attori del calibro di Luca Zingaretti, Monica Guerritore e Ninni Bruschetta. La distribuzione è prevista in autunno.

Valeria Raciti, santantonese classe 1989, è la vincitrice del talent show ‘Masterchef Italia’. Nel corso dell’ultima edizione, Valeria ha conquistato i giudici partendo dal tortino di beccafico con insalata di cavolo trunzo e cipolla di Giarratana (ricetta che le ha permesso di entrare nelle cucine e gareggiare con altri diciannove pretendenti), fino a contendersi la vittoria, nella finalissima, con altri due aspiranti Masterchef, sbalordendo giuria e pubblico con piatti eccezionali, dai cannoli di alici alla guancia di vitello con un gambero posato sopra, passando per gli eccellenti spaghetti con ricci di mare e spuma di cocco. Oggi un personaggio di successo porta in giro l’innovazione innestata sulle sue radici etnee.

Carmelo Musumeci, calciatore ventottenne nato a Catania e cresciuto ad Aci Sant’Antonio, è oggi un campione riconosciuto a livello internazionale. Dopo gli esordi calcistici in squadre di Promozione, nel 2012 passa al Futsal, il calcio a 5, dove nel giro di qualche anno si mette in mostra: dopo 51 reti con l’Acireale, nel 2015 passa al Meta Catania Bricocity, allora militante in serie B, e conquista due promozioni in tre anni, siglando ben 111 gol (miglior cannoniere italiano in serie A nel campionato passato). Convocato in nazionale per la prima volta l’ottobre dello scorso anno (esordio con gol), oggi è un punto fermo degli azzurri, con venti convocazioni già alla spalle.

Giuseppe Lanzafame, scultore santantonese, figlio e nipote d’arte (la madre, la pittrice di carretti Nerina Chiarenza, ha già ricevuto il ‘Premio Carretto Siciliano’, e il nonno era un ebanista), insegna scultura in un carcere minorile ed è autore di mirabili opere, come il carretto in miniatura consegnato al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Nel corso della serata, presentata da Maurizio Caruso, si esibirà l’Orchestra a Plettro della ‘Città di Taormina’, una delle più antiche e prestigiose formazioni a plettro presenti in Italia.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X