stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Intesa Tirrenia-Grandi Navi Veloci, nuove linee per il Porto di Catania
PORTO

Intesa Tirrenia-Grandi Navi Veloci, nuove linee per il Porto di Catania

CATANIA. Intesa tra Tirrenia del gruppo Onorato e Grandi Navi Veloci del gruppo Msc per potenziare i trasporti via mare, ne beneficerà soprattutto il porto di Catania destinato a diventare un nuovo hub del Mediterraneo. "Si tratta di un'alleanza commerciale per l'integrazione dei due network - spiega Vincenzo Onorato, patron del gruppo omonimo al Corriere del Mezzogiorno - Tirrenia lancerà da settembre un nuovo servizio, 4 volte alla settimana da Genova e Livorno per Catania, e 3 volte alla settimana da Catania per Malta.

Le nuove linee si affiancano alle storiche rotte Ravenna Brindisi-Catania (solo merci) e Napoli-Palermo (sia passeggeri che merci), potenziano ulteriormente il mercato siciliano e rafforzano il partenariato del gruppo con gli operatori siciliani, con un'offerta più ampia e tagliata sulle loro esigenze".

"Ma soprattutto - aggiunge Onorato - sono servizi che integreranno l'offerta per il settore merci delle 4 maggiori compagnie nel Mediterraneo, cioè Gnv, Snav, Moby e Tirrenia. Tutto questo per garantire ai trasportatori siciliani una tranquillità e una sicurezza su tutto il network delle quattro compagnie". Èun network impegnativo dal punto di vista dei costi.

"La nostra preoccupazione principale è riempire le navi - continua - L'idea di creare un hub a Catania è stata quasi banale. Mi domando come nessuno ci abbia pensato prima. Ha una posizione ideale per scalare il Sud del Mediterraneo. C'è pochissimo traffico Sicilia-Malta, mentre idealmente, ad esempio il trasporto del 'fresco', dovrebbe godere di un trasporto più frequente. Catania è il riferimento principe per tutta l'economia siciliana. L'integrazione riguarda i collegamenti con la Sardegna, alcune rotte siciliane, la logistica. È ora anche le nuove linee. Sul traffico merci in prospettiva potremmo arrivare a una biglietteria unica". Previsto un incremento di personale di circa 250 addetti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X