stampa
Dimensione testo
CATANIA

Tecnis, i sindacati: "Dal commissario garanzie sugli stipendi"

CATANIA. Conferma delle normali scadenze per gli stipendi, pagamento entro giugno delle spettanze a tutte le Casse Edili, documentazione per la cassa integrazione straordinaria già inviata all'Inps. Sono alcuni degli impegni confermati dal commissario giudiziale della Tecnis, Saverio Ruperto, durante un incontro a Catania cone Filca Cisl, Fillea Cgil e Feneal Uil.

Il commissario, sottolineano i sindacati, ha «inoltre precisato che i debiti verso i lavoratori ammontano, a oggi, a circa 2.4 milioni di euro e sono relativi al mancato versamento  delle mensilità di gennaio e febbraio 2016 per un importo di 1.6 milioni di euro; i restanti 800 mila sono riferibili a quote Trattamento fine rapporto, previdenza complementare e atti  transattivi non ancora chiusi». Risultano attualmente sospesi in Cassa integrazione straordinaria circa un centinaio di lavoratori e in questi giorni la società ha provveduto a inviare ai lavoratori la documentazione necessaria per completare la domanda all'Inps. Sui cantieri, aggiungono i sindacati, Ruperto ha osservato che restano ancora da incassare Stati di avanzamento lavoro pregressi per circa 10 milioni di euro
dall'Anas.

«L'azienda - si legge in una nota congiunta di Filca Cisl, Fillea Cgil e Feneal Uil - ci ha informato che, a oggi, il  livello complessivo di produzione è pari a circa 5 milioni di euro al mese, ben al di sotto delle previsioni che si attestavano intorno ai 7-8 milioni di euro, soglia che viene considerata necessaria per una maggiore produttività della società, obiettivo che si stima possa essere raggiunto progressivamente nei prossimi mesi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X