stampa
Dimensione testo
COMUNE

Veleni e polemiche per la variante al Piano regolatore di Catania

di

CATANIA. “Se ancora esiste una maggioranza in Consiglio comunale, la variante per il centro storico può approvarsela da sola. Noi vogliamo il Piano regolatore generale che porti benefici a tutta la città, non a una singola area. Neppure tutta, peraltro!”.

Giuseppe Castiglione, capogruppo di Grande Catania, smorza gli entusiasmi dell’amministrazione Bianco. Sulle politiche urbanistiche, nessuno sconto dall’opposizione anche dopo la manifestazione nella piazzetta Goliarda Sapienza in cui il sindaco insieme con l’assessore Salvo Di Salvo aveva proclamato l’arrivo del “tempo del raccolto”.

Sulla delibera per il recupero del centro storico, Enzo Bianco aveva sfoggiato ottimismo: “E’ già depositata in Aula. Spero che nelle prossime settimane venga votata. Rimetterà in moto l’economia catanese creando tantissima occupazione perché, quando rigeneri un immobile, lavorano il doppio di persone necessarie per una nuova costruzione”.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA L'EDIZIONE DELLA SICILIA ORIENTALE DEL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X