stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Bronte, Aldo Catania è il nuovo presidente del Consiglio comunale
L'ELEZIONE

Bronte, Aldo Catania è il nuovo presidente del Consiglio comunale

di
bronte, Catania, Politica
Seduto al centro il presidente del Consiglio comunale, Aldo Catania, in piedi a sinistra il vice presidente, Thomas Cuzzumbo

Aldo Catania eletto presidente del Consiglio comunale di Bronte e Thomas Cuzzumbo vice presidente, entrambi di maggioranza. Ieri, all’avvio dei lavori consiliari è stato osservato un minuto di silenzio, in memoria dei brontesi deceduti per il Coronavirus, su proposta del consigliere d’opposizione Cristina Castiglione (Pd).

Dopo il mancato insediamento dell’assemblea cittadina il 16 novembre, a causa dell’assenza di tre consiglieri, l’elezione era stata fissata per ieri, sempre alla Pinacoteca Sciavarrello, così da evitare assembramenti. Iniziata con tre quarti d’ora di ritardo rispetto al previsto, su richiesta del consigliere di maggioranza Vincenzo Sanfilippo (Amo Bronte) alle 16,45 la seduta è stata rinviata di un’ora.

La sospensione è apparsa a tutti segno che nella maggioranza serviva ancora una “limatina” a qualche “dettaglio” sulla scelta del presidente, e che fosse così, dopo l’applauso per la sua proclamazione, la conferma è arrivata dal neo presidente Aldo Catania (Amo Bronte) quando pubblicamente ha detto: «Ringrazio, per il passo indietro, Massimo Castiglione» (Bronte riparte).
Alla prima votazione, per essere eletti servivano 9 voti su 16, ma dall’urna sono uscite 10 schede bianche (della maggioranza), 4 voti per Graziano Calanna (l’ex primo cittadino, oggi consigliere) e 2 per Salvatore Calamucci (Fare Bronte) entrambi della minoranza. Andata a vuoto la prima, nelle successive votazioni per eleggere il presidente bastava la maggioranza semplice.

Prima di passare alla seconda strategia, l’opposizione con Samanta Longhitano (Guardare avanti ancora) ha chiesto al segretario generale, dottor Giuseppe Bartorilla, se «a parità di voti prevalesse il consigliere più anziano di età». Rasserenati dalla risposta (che tradotto significava la parità di voti non favorisce Catania), i 6 consiglieri di minoranza hanno votato tutti Graziano Calanna mentre nella maggioranza Aldo Catania è stato eletto con 8 voti su 10 (una la scheda bianca più il voto d’un franco tiratore a Massimo Castiglione); poi, però, i 10 consiglieri hanno fatto quadrato su Thomas Cuzzumbo (Progetto Bronte), eleggendolo tutti vice presidente, e i 6 dell’opposizione su Salvatore Calamucci (Fare per Bronte).

Se il sindaco Pino Firrarello ha seguito l’evoluzione dei lavori consiliari da casa, perché positivo al Covid, in sala c’era l’onorevole Giuseppe Castiglione. Per Aldo Catania (primo eletto con 431 voti alle elezioni di ottobre) si tratta di una rielezione alla seconda carica cittadina, avendola già rivestita per due anni e mezzo dal 2002 al 2004.

Successivamente, sono stati scelti i componenti della commissione elettorale risultando eletti per la maggioranza Valentina Saporito (Uniti per Bronte) e Vincenzo Sanfilippo (Amo Bronte) e per l’opposizione Giuseppe Ruffino (Italia viva); supplenti, per la maggioranza Carlo Castiglione (Giovani per Bronte) e Nunzio Saitta (Progetto Bronte) per la minoranza Samanta Longhitano (Guardare avanti ancora).

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X