stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Cuffaro a Catania: "Il carcere ha ridefinito i valori della mia vita"
LIBRI

Cuffaro a Catania: "Il carcere ha ridefinito i valori della mia vita"

Dc nuova, Totò Cuffaro, Catania, Politica

Il Commissario Regionale della Dc nuova, Totò Cuffaro, è stato il protagonista con il suo libro “L’Uomo è un Mendicante che crede di essere un Re” della prima giornata della rassegna “I salotti della Cultura”, ideati e promossi dalla dott.ssa Caterina Mendolia Pirandello, dirigente dipartimenti Beni Culturali Dc in Sicilia. L’incontro si è svolto ieri pomeriggio presso l’Aula Magna del Convitto Cutelli in via Vittorio Emanuele II. Moderatore della serata è stato Guglielmo Troina Giornalista RAI e Vicecaporedattore del TGR Sicilia, presentatrice dell’evento Caterina Mendolia Pirandello, che è stata nominata responsabile regionale dipartimento turismo e cultura Democrazia Cristiana nuova. Tra gli interventi anche quello di Sabrina Renna ed Eleonora Gazziano, responsabile regionale degli art. 3 e 27 della Costituzione italiana.

“Il carcere mi ha dato la capacità di introspezione che prima non avevo – ha detto durante l’incontro il commissario regionale della Democrazia Cristiana in Sicilia, Totò Cuffaro -, ho voluto far tesoro anche di ciò che ho vissuto lì e ho ridefinito una scala di valori. In cima metto la famiglia. Il mio più grande rammarico, ad esempio, è non esser potuto andare al funerale di mio padre, perché non me lo hanno permesso. Io non sono esente da responsabilità, ho fatto tanti errori e ho pagato per questo. Non ho mai voluto favorire la mafia perché mi fa schifo, ho commesso altri errori ma sono stato perseguito per qualcosa che non ho fatto. Adesso c’è chi non vorrebbe che facessi politica, ma lo tranquillizzo. Sono interdetto e non posso candidarmi ma non sono interdetto dal pensiero, io continuerò a parlare e lo farò come un interesse legato alla mia politica e al mio amore per la Sicilia. Non ho mai smesso di fare politica, neanche in carcere, e continuerò a farlo per il bene di questa terra e dei tanti siciliani”.

“Durante lo svolgimento della nostra bella chiacchierata, ho chiesto a Totò se l’uomo, per essere tale, deve necessariamente passare da re a mendicante – racconta Caterina Mendolia Pirandello -. Beh, ho capito una cosa, guardandolo negli occhi e ascoltando i suoi racconti, Totò non è mai stato un mendicante, è semplicemente un grande uomo”. Per Luciano Vitaliti, responsabile provinciale Democrazia Cristiana nuova: “Averlo come ospite è stato un onore”. “Sono pagine di cultura in cui l’autore esprime la sua emozione – afferma Viviana Longhin, responsabile provinciale Democrazia Cristiana -, chi riesce ad avere un’empatia riesce a vivere lo scritto pienamente”.

L’incontro con il commissario regionale Totò Cuffaro rappresenta il primo di una serie nell’ambito della rassegna culturale. Tra gli obiettivi principali che si pone Democrazia Cristiana Nuova, infatti, vi è quello di porre al centro la cultura per favorire lo sviluppo della società nella sua forma più piena e completa.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X