stampa
Dimensione testo

Bottiglie e cartacce, nel degrado la fontana di Proserpina a Catania - Foto

"Sporca, oltraggiata e trattata come una enorme pattumiera". Oggi è questa la situazione in cui versa la più importante fontana di Catania.

L’opera monumentale che rappresenta il ratto di Proserpina ora non ha più nulla di mitologico perché la cruda realtà parla di montagne di rifiuti al suo interno con i giochi d’acqua che lasciano il posto a vecchi indumenti, stracci, bottiglie di birra, lattine, cartacce e perfino cassette di frutta e sedie di plastica.

A segnalare il problema è stata Ersilia Saverino, lettrice del sito www.gds.it e responsabile del circolo tematico "Cultura e Società".

"Ho sempre lottato per la valorizzazione degli immobili comunali in disuso e del patrimonio artistico della città - ha scritto in una email inviata a redazione@gds.it -. Oggi, quindi, lancio un appello affinchè le istituzioni competenti possano proteggere e tutelare una delle più grandi opere scultoree e idrauliche del capoluogo etneo".

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X